betfairIl caribbean poker o poker caraibico è una variante del gioco del poker a cinque carte diventata ormai molto famosa e comune tra i casino online. Le strategie di gioco del poker caraibico possono essere sintetizzate per il diverso grado di rischio che il giocatore è disposto a correre Le possiamo sintetizzare in cinque categorie principali, anche se poi ogni giocatore ha il suo modo di giocare e le sue personali strategie di gioco. I metodi sono: metodo push, stand&push,  stand over, stand&push over, jackpot hunter.

 

Le nostre strategie per il caribbean poker

Il metodo push è una strategia di gioco molto aggressiva e tendente ad andare a sfidare nella maggiorparte dei casi il banco, infatti chi gioca con questa strategia è solito a scommettere sul bet ogni qualvolta ha almeno una coppia in mano, indipendentemente dalla carta che ha il banco perchè ritiene che la probabilità che il banco non apra è superiore al 50% e già avendo il punto in mano nella peggiore ipotesi riesce a vincere l'ante. I gicatori di questo metodo non hanno molto da riflettere e qualora vedono almeno una coppia scommettono e la mettono molto sull'azzardo e la fortuna.

Il metodo stand and push invece è utilizzato dai giocatori che hanno comunque almeno una coppia iniziale in mano e a seconda della carta che gira il banco decidono di giocarla, a seconda della carta intendiamo che se la sua coppia è di singola carta di valore superiore a quella girata dal banco allora accettano la sfida e decidono di puntare.

Il metodo stand over invece è un'evoluzione del metodo stand&push in quanto chi gioca lo fa solo se ha una coppia almeno di 8 in mano e comunque con carta singola superiore al banco. Diciamo che è un metodo meno aggressivo dello stand&push in quanto si scartano a priori le coppie inferiori all'8, giocando sull'avere dalla loro parte l'alta probabilità che il banco non apre e in più nel caso apra con una coppia vincerebbe contro più del 50% delle coppie possibili tra le 13 carte che compongono un seme, cioè dal 2 al 10 e dal J all'A.

Il metodo stand&push over invece è un metodo leggermente più aggressivo dello stan over in quanto decide di giocare sempre e comunque finchè ha inmano almeno una copia di 8, per cui le coppie più basse decide di lasciarle e dall'8 in su decide di sfidare il banco qualsiasi sia la carta che ha girato prima dello showdown.

Nel metodo jackpot hunter ci sono i giocatori particolari che giocano al caribbean solo per vincere il jackpot e non badano a spese fin tanto che non prendono il Jackpot, cioè che hanno servito un punto uguale o superiore al colore. I cosidetti Jackpot Hunter ripongono tutto il gioco sulla fortuna di avere un punto forte e vicnere tanti con il Jackpot. Gli stessi Jakpot Hunter poi avranno un loro particolar emetodo di giocare le mani ma non badano molto alle vincite con i piccoli punti.

Insomma queste possono essere le diverse tipologie di gioco, tu che giocatore sei?

 

Come vengono elaborate le strategie

Elaborare una strategia per vincere al poker caraibico non è affatto semplice. Questo gioco, diventato popolare nei casino italiani soprattutto negli ultimi dieci anni, prevede infatti un misto di poker classico e Blackjack 21, visto che si gioca con cinque carte ma solo contro il banco. La difficoltà sta nel ridurre al minimo il vantaggio del banco stesso, che ha cinque carte di cui una scoperta, mentre il giocatore può tenerle tutte coperte. All’inizio del gioco si piazzano una puntata di base e quella facoltativa per il jackpot, e a quel punto ogni giocatore può decidere se rilanciare o passare, perdendo così la puntata. Bisogna però tenere conto che il banco per giocare si deve qualificare, e per farlo deve avere in mano almeno un asso e un re, altrimenti il giocatore paga solo la quota del jackpot.

Proprio basandosi su ciò che ha in mano il banco, si elaborano le più diffuse strategie per il poker caraibico: di base, i suggerimenti più generali, tenendo conto che si tratta di una serie di probabilità problematiche da elaborare, sono quelli di rilanciare sempre quando si ha in mano almeno una coppia, ma di passare sempre quando si ha meno di ciò che serve per qualificare il banco (asso e re).
Le mani più ingannevoli sono proprio quelle in cui si hanno in mano asso e re. In generale, per decidere se giocare, è utile vedere se le altre tre carte singole sono alte, oppure se la carta scoperta del banco è un jack o più bassa, quando contemporaneamente si ha in mano la stessa carta, rendendo quindi meno probabile che il banco abbia in mano una coppia.

 

Indicazione per perdere

E' quindi buona regola rilanciare con asso/re in mano, almeno quando si verifica una delle tre situazioni seguenti:

- Quando la carta scoperta del banco va dal 2 alla donna ed è uguale ad una delle vostre.

- Quando la carta scoperta del banco è un asso o un re e voi avete in mano una donna o un jack.

- Quando la carta scoperta del banco non corrisponde a nessuna delle vostre, ma avete in mano una donna e la carta del banco è più bassa della quarta carta più bassa che avete in mano.

Andando più sull’avanzato, è sempre consigliabile giocare quando,

- oltre a un re e a un asso, si hanno in mano altre due figure diverse, visto che si è vicini a una scala, qualunque sia la carta scoperta del banco.

- E’ quasi sempre consigliabile passare, invece, se oltre a re ed asso si hanno in mano un jack e due altre carte sotto il dieci.

 

Tutto ciò, ovviamente, serve solo a massimizzare le possibilità di vincere e minimizzare quelle di perdere, ma al di là di tutto c’è sempre il vostro istinto da giocatore che vi può (e talvolta vi deve) guidare anche verso scelte diverse.

Avete sicuramente capito che questo metodo di gioco è deleterio e controproducente.

Diffidate di siti che offrono trucchi infallibili per vincere al casinò e di metodi sicuri per vincere soldi!